Statuto

Nuovo statuto della C.A.VE.S.

Approvato dall’Assemblea Generale di domenica 25 ottobre 2009 a Berna

Art.  1

La Confederazione è costituita dai sodalizi di origine veneta operanti in Svizzera organizzati in famiglie, circoli o sezioni a secondo dell’origine storica di provenienza sia a carattere provinciale che a carattere regionale.

I sodalizi di cui sopra sono stabilmente rappresentati in seno alla Confederazione dai rispettivi presidenti e dei propri delegati.

Essi devono essere iscritti al Registro delle Associazioni Italiane presso l’Ambasciata d’Italia in Svizzera.

Art.  2

Possono aderire alla Confederazione (C.A.VE.S.) altre associazioni di Veneti in Svizzera che si riconoscano nel presente statuto, previo benestare del Consiglio delle stesse e che rispondano ai requisiti di cui all’Art. 1.  

Art.  3

La Confederazione è apartitica e aconfessionale. La sua azione si propone di coniugare le esigenze della Legislazione svizzera e italiana, in collaborazione con le autorità consolari Italiane e con le autorità Svizzere.

Art.  4

Alla Confederazione sono demandati i seguenti compiti:

a)         Coordinare le attività dei sodalizi che ne fanno parte, nel pieno rispetto dell’autonomia degli stessi.

b)         Rappresentare la Confederazione nell’ambito delle decisioni del direttivo dei sodalizi medesimi per problemi riguardanti i corregionali in Svizzera, nei confronti della Regione Veneto , dello stato Italiano e della società ospitante.

c)          Seguire l’evoluzione dei flussi migratori in Svizzera promuovendo ogni opportuna iniziativa per l’integrazione, l’acquisizione e la difesa dei diritti-doveri nel campo sociale, politico, economico e culturale.

d)         Collaborare con associazioni e istituzioni affini sia in Svizzera che nel Veneto.

Art.  5

La confederazione 

a)         Elegge nel suo seno un Consiglio direttivo composto da due rappresentanti per ciascun gruppo di associazioni di cui all’Art. 1 e 2 eletti nell’ambito dei sodalizi aderenti alle stesse e di un sostituto.

b)         Elegge due revisori dei conti.

Fanno parte integrante del direttivo “pro tempore” i membri per la Svizzera nominati a far parte della Consulta Regionale per i Veneti nel Mondo ed altri eventuali corregionali eletti in organismi istituzionali in Italia.

Art.  6

Il Consiglio direttivo rimane in carica per tre anni.

Esso elegge tra i suoi membri un presidente, uno o due vicepresidenti, un segretario, un cassiere e un verbalista.

La carica di presidente è rotativa e può essere rinnovata.

Il Consiglio direttivo si riunisce almeno quattro volte all’anno ed ogni qualvolta lo richiedano  particolari circostanze, su richiesta del presidente oppure di un terzo dei membri del Consiglio direttivo.

Per la validità delle riunioni è necessaria la presenza di almeno la metà più uno degli aventi diritto. Le decisioni sono esecutive se prese dai 2/3 dei membri presenti secondo il precedente comma. In caso contrario le decisioni vengono demandate all’Assemblea della Confederazione, di cui all’Art. 1 e 2, che deciderà a maggioranza semplice.

Art.  7

L’onere finanziario per il funzionamento della Confederazione è ripartito proporzionalmente al numero dei delegati di ogni gruppo di sodalizi aderenti di cui all’Art. 1 e 2  e con eventuali contributi di Enti pubblici o privati.

Art.  7 bis

Il Consiglio direttivo redige annualmente il bilancio preventivo e consuntivo e lo sottopone alla approvazione della Assemblea della Confederazione secondo i termini utili indicati dalla Regione Veneto .

Art.   8

In caso di ritiro dalla C.A.VE.S. di uno o più sodalizi, il capitale sociale rimane alla Confederazione. In caso di scioglimento della Confederazione il capitale sociale viene devoluto in opere di beneficenza.

 

 

Il presente statuto  é stato approvato dall’Assemblea della Confederazione in data 17 settembre 2006, aggiornato dall’Assemblea del 25 ottobre 2009, sostituisce quello del 17 gennaio 1982  ed entra immediatamente in vigore.

 

Berna, Svizzera, 25 ottobre 2009